STUDI EVOLIANI 2011 - Evola e la filosofia Parte II
(di AA. VV.)
Arktos Editrice, Torino 2013

SOMMARIO

 

...i lettori potranno apprezzare questo Studi Evoliani 2011, sesto annuario della serie, che raccoglie la seconda parte delle relazioni che insigni studiosi tennero al Convegno “Julius Evola e la filosofia” svoltosi, come i precedenti, a partire dal 2006, ad Alatri il 7 e 8 maggio 2010. L'evento fu realizzato grazie alla collaborazione tra la Fondazione Evola e la Scuola Romana di filosofia politica, che aveva in Lami il suo principale punto di riferimento teorico. Il volume si chiude, come è ormai consuetudine, con la pubblicazione di una serie di recensioni di argomento evoliano, comparse di recente, e con uno scritto nella sezione “Polemiche”.
Il fatto stesso di aver dovuto dividere gli Atti del Convegno in due volumi, testimonia il successo di quell'iniziativa. Ad essa, presero parte un numero considerevole di studiosi, anche stranieri, molti dei quali accademici. Il dibattito mise in luce il clima positivamente dialogico caratterizzante l'evento, cui assistette un pubblico numeroso e appassionato, composto in prevalenza di studenti universitari, dottorandi di ricerca e neo laureati che avevano discusso tesi dedicate alla filosofia di Evola. Alcuni di essi provenienti da prestigiose Università, come la Normale di Pisa. Pertanto, il lettore troverà nelle pagine seguenti le principali ragioni teoretiche che ci inducono a considerare Evola non solo, come con cognizione di causa riconobbe Franco Volpi, il terzo grande nome della filosofia italiana del Novecento, a fianco di Croce e Gentile, ma addirittura come autore che anticipò temi e problematiche delle correnti più stimolanti e produttive della filosofia europea del secolo XX.

 

(Dall'introduzione "Questo annuario 2011" di Gianfranco de Turris)